Lo studio dispone di un’articolata strumentazione hardware e software, idonea a sostenere la redazione di piani e progetti a diversa scala. Il patrimonio di conoscenze accumulate  attraverso  le  numerose consulenze prestate, così come gli approfondimenti autonomi, ha determinato la definizione di strumenti di lavoro costantemente rivisti e aggiornati.

Un atlante informatico, sviluppato in ambiente GIS, rappresenta il principale punto di riferimento per l’analisi dei sistemi di trasporto a scala nazionale.

La costante interfaccia con le statistiche territoriali, provenienti da numerose fonti, è la base per gli approfondimenti quantitativi, legati alle  diverse  dimensioni  dei  problemi di mobilità.

i-TraM è un modello di simulazione multimodale e multiscalare del sistema del trasporto italiano. Un modello unico, nato dal legame tra professione e ricerca.

La descrizione della rete di trasporti italiana è possibile grazie al grafo multimodale, comprensivo di strade, autostrade, ferrovie, porti ed aeroporti. 

Il grafo ferroviario, dettagliato a livello di singola località di servizio e redatto sulla base del prospetto integrativo di rete, si presta ad un uso combinato con i principali strumenti di simulazione ferroviaria (Viriato ©). 

I principali nodi intermodali (porti ed aeroporti) sono articolati al loro interno, consentendo un trattamento separato delle diverse componenti di traffico, e connettori multimodali garantiscono la connessione fra le singole modalità di trasporto permettendo la descrizione dei costi generalizzati associati ai cambiamenti di mezzo.

L’ipergrafo ad orario garantisce una potente descrizione dinamica dei servizi di trasporto pubblico nazionali. 

Sviluppato in collaborazione con il Laboratorio di Politica dei Trasporti (TRASPOL) del Politecnico di Milano nell’ambito delle consulenze prestate all’ANAV, tale strumento riassume in un’unica struttura matematica gli orari di tutti i servizi automobilistici di medio-lungo raggio, ferroviari ed aerei. 

Esso consente di studiare gli spostamenti effettuati con il trasporto pubblico fra tutti i punti del territorio nazionale, tenendo conto dell’ora di partenza e di arrivo, dei tempi di percorrenza su ciascun mezzo, e di quelli di attesa legati agli interscambi intermedi.

Le informazioni contenute nell’atlante GIS, nel grafo infrastrutturale e nel grafo del trasporto pubblico consentono la redazione, in tempi rapidi ed a costi contenuti, di accurati  modelli di simulazione del traffico, sviluppati a scala locale, regionale od anche nazionale, e supportati dalle principali piattaforme software oggi in uso (Visum©, Cube© Emme©…).

Atlante
Grafo multimodale
Ipergrafo a orario
Modelli di traffico
Stima degli inquinanti

La conoscenza dei flussi di traffico e delle condizioni di deflusso veicolare rappresenta una importante precondizione per la stima dell’inquinamento atmosferico associato ai flussi veicolari. 

Lo Studio META è in grado di ricostruire i fattori di consumo energetico/emissione atmosferica combinando le basi-dati europee CORINAIR/COPERT IV ed ARTEMIS con la composizione del parco veicolare effettivamente circolante nelle aree di studio, nonché di valutarne l’evoluzione futura.

Per la successiva stima della diffusione atmosferica degli inquinanti, lo studio dispone del software MMSCaline, sviluppato da Maind srl, che implementa l’algoritmo Caline 4 relativo all’emissione da sorgenti lineari. 

Lo studio dispone inoltre delle licenze dei software: 
CUBE Base + Voyager© (versione full) , uno dei più diffusi strumenti di simulazione del traffico a scala mondiale  
Netraf © , sviluppato dalla società Polinomia, che si presta allo sviluppo di modelli di traffico multiutente, anche di carattere probabilistico (algoritmo Dial)
Esri ArcMap ©, per la creazione e l’utilizzo di mappe, la compilazione di dati geografici e l’analisi di informazioni mappate
Qgis © software a licenza libera per analizzare ed editare dati spaziali e generare cartografie